Home » Prima Pagina » Plus500: attenzione a oro e argento

Plus500: attenzione a oro e argento

Plus500, il famoso broker online, ha diffuso un alert molto importante che va a sottolineare il ruolo chiave delle materie prime e, in particolare, di oro e argento. In particolare l’oro, da sempre considerato un bene rifugio, è cresciuto molto negli ultimi mesi anche per via delle recenti tensioni che hanno spinto molti operatori a puntare sul “sicuro” e, di conseguenza, sull’oro!

Secondo Plus500 i trader devono gestire, oggi, una situazione molto complessa. Da un lato abbiamo un comparto bancario europeo molto precario, dall’altro abbiamo oro e dollaro in grande spolvero.

Plus500: analisi trend oro e argento estate 2016

Nel tentativo di aiutare i trader e di far luce sulle prestazioni all’interno del Forex, andiamo a vedere quali sono le prospettive a medio e lungo termine per due beni rifugio per eccellenza, l’Oro e l’Argento.

Uno degli investimenti migliori è sicuramente stato quello dell’Oro, con una quotazione che a toccato i 1.322,40$ l’oncia, ai livelli massimi da luglio 2014. Questo è avvenuto perché durante le crisi finanziarie ed economiche internazionali, i trader si sono sempre rifugiati su questo tipo di bene, a maggior ragione dopo Brexit e la decisione del Regno Unito di uscire dall’Europa.

Secondo il comunicato di Plus500, per quanto riguarda l’Argento, le performance sono addirittura migliori dell’oro, avendo toccato quota 20,203$ l’oncia, ed essendo lanciato secondo le previsioni verso i massimi a quota 25$, con molte probabilità di riuscire a toccare i massimi raggiunti 3 anni fa a quota 30 o 32$.

I fattori da analizzare sono sicuramente legati a Brexit, con la rincorsa degli investitori sull’acquisto di metalli preziosi, ma anche a quelli dell’economia. I buoni andamenti dell’industria delle ultime settimane, hanno contribuito a far salire il prezzo dell’Argento, molto impiegato in questo settore, con previsioni di salita fino alla fine dell’anno.

Inoltre, le politiche di molte Banche centrali, che continuano a tenere bassi i tassi di interesse e conseguentemente i rendimenti dei titoli di Stato e degli investimenti bancari, fanno si che l’acquisto di Oro e Argento si rilevi un’ottima fonte alternativa di investimento.

In confronto all’Oro, il prezzo dell’Argento infatti a fatto registrare aumenti di più del doppio, confermandolo come l’investimento più redditizio del momento nel Forex. L’unico fattore da tenere a conto è che, essendo scambiato su valori molto più bassi dell’Oro, l’Argento presenta una volatilità intrinseca maggiore, e quindi maggiori rischi di cambiamenti repentini.

Comunque, Oro e Argento si confermano beni rifugio per eccellenza, con prospettive di crescita almeno fino alla fine dell’anno, con buone possibilità di riuscire a toccare i massimi degli ultimi 3 o 4 anni.

Negli ultimi giorni la quotazione dell’oro ha subito una brusca frenata, questo solo perché dopo i rialzi dell’ultimo periodo molti trader hanno deciso di portare a casa i loro rendimenti, causando una piccola inversione di tendenza. La quotazione dell’oro comunque è destinata a salire ancora sia per la fine di quest’anno che ancora nel prossimo, con molte possibilità di toccare quota massima a 1.900$ .

Plus500: oro e correlazione con il forex

Investire nel Forex, il mercato delle valute, è forse una delle operazioni più difficili che si possano effettuare nel mercato del trading online. Fare investimenti con le valute, o meglio con le coppie di valute, è molto complicato, in quanto si devono analizzare moltissimi fattori diversi che si intrecciano tra di loro.

Per una corretta previsione di andamento nel Forex è necessario analizzare fattori macroeconomici, tecnici, politici e geopolitici, bisogna tener conto delle speculazioni di mercato e dei grandi eventi riguardanti le maggiori aziende del mondo, in grado di determinare cambiamenti nel medio e breve periodo nelle compra vendite di valute.

Inoltre, è necessario tener conto di alcuni aspetti peculiari del Forex. È possibile per esempio, che i trader decidano di rifugiarsi su di una valuta nonostante l’economia di quel paese non stia andando molto bene, solo per una determinata situazione mondiale del momento, creando una sopravalutazione che terminerebbe con l’inversione di tendenza delle compra vendite o la cessazione del momento particolare.

Oppure, ci potrebbe essere una sottovalutazione di una valuta nel tentativo di rendere più appetibile tutta una serie di operazioni e di investimenti futuri. La volatilità e l’imprevedibilità sono due fattori da tener sempre a conto nel mercato azionario, e soprattutto nel Forex, il mercato più liquido del mondo, complicato, dalle dinamiche oscure ed incerte.

Author: Redazione
Tags

Similar posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Login

Lost your password?