Honda Integra M.Y. 2016, una rivoluzione migliorata

Quattro anni fa, quando uscì sul mercato, questo scooter della Honda rappresentò una sorta di rivoluzione delle due ruote nel suo segmento. A distanza di quattro anni, alla casa Nipponica hanno deciso di non fare un’altra rivoluzione ma di migliorare quella fatta. Ecco allora arrivare la Honda Integra M: Y, decisamente più grintosa e sportiva della sua precedente versione. Realmente l’estetica è rimasta pressoché invariata, solo piccole modifiche come, ad esempio, la luce posteriore ora integrata nel codino e i fari anteriori a Led. Il motore sempre un 745cc, ora omologato Euro4 con potenza di 55 CV a 6250 giri al minuto. Anche intelaio identico a quattro anni fa tranne la forcella Showa con sistema Dual Bending Valves.

Nuova anche la pinza del freno anteriore della Nissin. La vera innovazione, però, è nell’elettronica che attraverso una nuova mappatura dà un piacere di guida assolutamente nuovo. La risposta all’apertura del gas ora è più pronta, eliminato quel lieve ritardo di prima che era un po’ fastidioso. Nuovi anche i sensori di pendenza che ci dicono se siamo in salita o in discesa, grazie al differenziale di rotolamento delle ruote. In buona sostanza la Honda Integra M.Y. è molto simile a prima nell’estetica ma alla guida dà sensazioni nuove.