L’importanza del check estivo prima di partire in vacanza con l’automobile

L’estate è vicina e con il suo arrivo milioni di italiani hanno già programmato le prossime vacanze in Calabria e nelle altre mete turistiche italiane, momento propizio per staccarsi dalla routine quotidiana e ricercare momenti di svago.

Alla vigilia di una vacanza gran parte degli automobilisti fa un tagliando al proprio veicolo, ma potrebbe essere sufficiente un summer check-up, che è pur sempre preferibile ai controlli basilari e alla piccola manutenzione del fai-da-te. Questi piccoli accorgimenti sono necessari per evitare guasti e problemi e soprattutto per abbassare i rischi proprio durante l’estate. È pur vero che le automobili di nuova generazione indicano in maniera automatica determinati malfunzionamento, ma molti segnali d’allarme non sono lanciati dalla tecnologia e molto è affidato alla sensibilità del guidatore, che per la sicurezza propria e altrui, nonché per garantirsi massima tranquillità negli spostamenti, deve verificare tramite un tagliando o un check-up che il veicolo non abbia particolari anomalie.

È importante specificare che se si vogliono evitare complicazioni e mantenere la vettura in buono stato, l’automobilista dovrebbe rispettare in maniera scrupolosa il programma di manutenzione che prevede la casa produttrice, ma particolare attenzione va rivolta agli pneumatici, ai documenti e alla dotazione di bordo. Tra gli accessori più sollecitati figurano senza dubbio ammortizzatori e pneumatici, che assicurano la stabilità del veicolo ed evitano sobbalzi in caso di percorso sconnesso. Altrettanto importante è l’impianto frenante, sempre molto sollecitato sui percorsi cittadini: un’eventuale inefficienza può allungare in maniera importante gli spazi di frenate causando un gran numero di incidenti. Prima di partire è dunque consigliato verificare l’usura dei dischi e delle pastiglie, ma anche verificare che il livello del liquido sia quello indicato dalla casa produttrice. Oltre al liquido dei freni bisogna controllare il livello dell’olio del motore, il liquido di raffreddamento e quello lavavetri, essenziali per garantire il corretto funzionamento del motore e del radiatore, ma anche per pulire il parabrezza nel caso di intemperie o altri fattori. Anche i filtri dell’olio, dell’aria e del carburante sono da monitorare, verificandone la pulizia.

Non va dimenticata anche la batteria, che solitamente soffre per le temperature elevate. Se il gruppo è vecchio o ha necessitato di numerose ricariche negli ultimi mesi, necessiterà di un cambio. All’interno dell’abitacolo poi, soprattutto con il caldo, sarà necessario il corretto funzionamento dell’impianto di climatizzazione, accessorio fondamentale per garantire il massimo comfort del guidatore e dei passeggeri. Concludono il quadro sia le luci, importanti per garantire la sicurezza in caso di scarsa luminosità e di spostamenti notturni, che lo sterzo, la cui efficienza potrebbe essere minato da uno scarto eccessivo nel movimento o dalla presenza di troppe vibrazioni.

Vista la mole di controlli e verifiche che devono essere svolti sull’abitacolo, è preferibile rivolgersi ai professionisti, evitando meccanici improvvisati e abusivi, che potrebbero non rispettare le norme su sicurezza e smaltimento di materiali, esponendo anche il cliente alla frode. A lavori ultimati, è consigliato richiedere la documentazione tecnica e fiscale dei lavori effettuati, in modo tale da riuscire a contestare all’officina un lavoro che ha creato problemi inattesi.